martedì 18 marzo 2008

From Sicily with love. La magia dei cannoli a Londra.

London (UK),

Cappellino da pasticciere improvvisato, sensuale cannolo siciliano in mano e sorriso accattivante. Bastava solo questo alla fiera della Dolce Vita a Londra. Era automatico, l’inglese con bombetta e ombrello sotto il braccio, anche al coperto, rallentava il passaggio davanti lo stand e osservava ammaliato. “Wanna you try it?” era il leit motiv da ripetere per i più timidi. Poi, come d’incanto, la magia. Un morso alla scorza fragrante, la ricotta che scende giù in gola e gli occhi come i bimbi quando vedono il sole in città (che a Londra, non è cosa da poco!). “Oh my God… Amazing!”. Era fatta. La magia della pasticceria siciliana. La magia di un cannolo. La magia di una tanto misteriosa cassatina. Cosa sarà mai quella scorza verde intorno? Almond, of course: mandorle. La magia di una terra che si fa conoscere al mondo british, prendendolo per la gola e conquistandolo al volo. La magia di Andrea, Stefano e Davide, piccoli maghi della Sicily Sweet Sicily (www.sicilysweetsicily.com) che esportano uno spaccato di tradizione isolana. Semplicemente produttori di dolci… emozioni.

Lo ammetto, fra un cliente e l’altro ogni tanto mi lasciavo andare. Mi appoggiavo al bancone, e nella mia intimità illusoria, gustavo una cassatina al forno. La gente si fermava, mi fissava addentare quella delizia e copriva subito quel filo di saliva languida che scivolava dalle labbra. Se c’è il colpo di fulmine, di li ad innamorarsi vi è solo la distanza di un bacio. E di una cassatina come quelle o di un cannolo, altro non puoi fare se non innamorarti follemente. Mai dolce fu in simbiosi così totale con la sua terra d’origine come il cannolo. Un capolavoro senza tempo che racchiude nel suo splendore la storia e le caratteristiche del suo popolo. Così dolce e accogliente, ma cosi misterioso e poco realmente conosciuto. Da diffidare alla vista ma da sposare al tatto. Così morbido dentro ma croccante e delicato fuori. Con mille problematiche, mille sfaccettature ma anche mille modi di amare e di essere amato. E tutto ciò con un semplice assaggio. Un semplice morso. Un semplice volo culinario. E se, ormai stregato, il turista di passaggio non riesce a trovare le parole, lo anticipi tu, sussurrando come un dolce segreto: from Sicily with love.


(nella foto in alto) Cannoli della Sicily Sweet Sicily
(nela foto in basso) The London Eye ed il Big Ben a Londra

3 commenti:

Tiziana ha detto...

Mi hai fatto venire voglia di gustare un cannolo o una cassata, anche a me che non vado pazza per i dolci con la ricotta.
Certo la foto della ruota panoramica io l'avrei evitata :-)

Gaetano Simile MacColl ha detto...

Welcome In the Land of the Sun!
Bravissimo Enricuzzu, mi hai fatto gustare, con questo tuo "amazing" post, ù cannuolo e a cassatiedda. M'immagino come si devono sentire, i British, quando addentano quelle prelibatezze nostrane. Devo dire che l'iniziativa di tuo fratello è stata veramente favolosa. Quando venne a trovarmi in ufficio per propormi quel suo progetto sul made in Sicily, gli dissi che chiunque si sarebbe aperto un piccolo chioschetto che vendeva prodotti palermitani si sarebbe fatto i soldi. Io veramente gli dissi di farlo in Scozia, comunque il risultato è lo stesso. Miiiii u fici e c'arrinisciu! Portagli i miei complimenti, anche ai suoi soci. Complimenti a te per il post e mi raccumannu un t'abbuffari ri cannuoli ecassatine, sennò mi torni bellu pacchiunazzu e poi fai concorenza a Roberto.
Ti rifaccio i complimenti e ti saluto.
Feel you last week or coming soon

FORZA PALERMO
Neil

Anonimo ha detto...

Cavolo ho avuto l'impresione di gustare in pieno i dolci della nostra amatissima terra...che nostalgia!
Viva la Sicilia, ma ricorda sempre:
FORZA CATANIA!! :p
Giuliana