venerdì 16 gennaio 2009

Chesley Burnett Sulleberger

Manhattan (NY),
January 15th

Chesley Burnett Sulleberger.

Nessuno lo conosce. Probabilmente - parenti a parte - nessuno lo conoscerà in futuro. Ma quest’uomo, nel pomeriggio di ieri, ha preso in mano uno Jet della US AirWays in volo verso Charlotte (North Carolina) e con due motori scoppiati (causa collissione con uno stormo di uccelli) lo ha fatto ammarare nel fiume Hudson a ovest di Manhattan, dribblando grattacieli ed evitando per poche centinaia di metri di non farlo abbattere in zone “civili”.

154 persone da ieri lo possono considerare un secondo papà. Ed anche una seconda mamma. Ma ironia della sorte, probabilmente il suo nome sarebbe stato più conosciuto se tutti fossero morti. Siamo bravi a ricordare solo stragi. Ma se una volta tanto osannassimo le stragi evitate grazie a un uomo con due coglioni grandi cosi?

Enricuzzu

(nella foto) Il Jet della US AirWays nel Hudson River

4 commenti:

nino63 ha detto...

hai ragione,spesso ci si ricorda di qualcuno per qualche banalita' commessa ma ci si dimentica di chi fa parlare di se per atti eroici,quello che ha fatto questo pilota sa di fantastico,ho visto il video su "you reporter.it"impressionante.

Dany ha detto...

hey. ho dato una sbirciatina al tuo blog e ti farò i complimenti.
mi piace come scrivi.
very well done!

Enricuzzu ha detto...

Thanks! ;-)

Jonas / Marco ha detto...

in merito all'ammaraggio sull'hudson...molti colleghi hanno minimizzato il suo operato con un " siamo addestrati anche per queste evenienze"...ma per favore... fermare un boing in avaria a pelo d'acqua slalomando tra la skyline di NY è opera di un eroe puro...roba da barone rosso dell'aviazione civile.... CHAPEAU..

ENRICUZZU... visto pazzini? ahahha ci scapuliammo il caracciolo Bis...ps grande Markkkkkk :O)