mercoledì 20 febbraio 2008

Trovare una seconda famiglia nel web rosanero

di Tiziana Graziano

Mi sono avvicinata al mondo di internet ed in particolare ai siti dei supporter rosanero, a modo mio, entrando in punta di piedi, cercando di non farmi notare.
Avevo poco dimestichezza con il web e soprattutto avevo tanti pregiudizi nei confronti delle chat e di tutte le comunità virtuali, mi chiedevo chi ci potesse celare dietro nickname così fantasiosi e per questo motivo ho deciso di scegliere un nome che richiamasse quello di battesimo, ma che fosse in qualche modo invisibile, una persona qualsiasi, una "Tizia" qualsiasi.
All’inizio visitavo diversi siti rosa cercando di comprenderne i vari aspetti che li distinguevano l’uno dall’altro, leggendo molto e scrivendo veramente poco, fino a quando ho trovato quello che più si avvicinava al mio modo di vedere e vivere il calcio.
Ho scritto il mio primo commento con trepidazione, cercando di non infastidire nessuno e quasi sperando di non essere notata. Il sito era
www.tifosirosanero.it ed io la solita Tiziana dubbiosa. Invece con mia grande sorpresa ho avuto una splendida accoglienza e da quel momento è stato un susseguirsi di post. C’ho preso gusto e ho cominciato a partecipare attivamente a quella vita virtuale, che poi tanto virtuale non era. Quando ti alzi la mattina e pensi a dare uno sguardo al volo alle news di www.fusirosanero.it o aspetti trepidante i risultati del Concorso “Indovina la Formazione” su www.lanternarosanero.org/pergamena capisci che la “malattia” rosanero webbara ormai ti ha fatto tua.
Nel giro di poco tempo, senza quasi rendermene conto mi sono ritrovata a far parte non di una comunità internet ma quasi di una seconda famiglia rosanero, grazie alla quale ho la possibilità di dialogare con persone che nutrono il mio stesso amore ma soprattutto ho avuto modo di conoscere delle persone veramente speciali, alcune delle quali le posso annoverare come Amicizie vere, con la A maiuscola! E se ripenso a quel primo post, dubbioso e spaventato, quasi mi vien da ridere… Magie del web. Magie rosanero.

(nella foto) Tiziana allo stadio con gli amici della Pergamena Rosa Nero

7 commenti:

Pacchiuni ha detto...

Giusto e scritto con sensibilità. Certo, poi incocci un figuro come Enricuzzu (pure tu il blog, noooo) o come Pacchiuni, annidato nel folto della foresta, arg arg arg!!!

Enricuzzu ha detto...

Ormai solo mia nonna non hai il Blog... ;-)

Claudio ha detto...

Tiziana, hai scritto davvero un bell'articolo soprattutto perché, avendo avuto il piacere di conoscerti e ricordando quei tuoi primi passi spaventati, so bene con quanto amore lo hai scritto.

Certo che scegliere questo “blogghettino” per postare un simil pezzo è quasi paragonabile ad una vera bestemmia!
Ma ti perdono: so quanto Enrico rompe le scatole e, quindi, capisco che la tua è stata una decisione votata alla compassione! :-D
Claudio.

Enricuzzu ha detto...

"Blogghettino" cu va dici a to... :-D

Gaetano Simile MacColl ha detto...

Veramente sentito e con un sentimento grandissimo.
Brava Tiziana, perchè non scrivi anche sulla lanterna? Adesso hai rotto il ghiaccio e non puoi farci mancare questi brani di cuore.
Come hai scritto sul blog di quell'antipaticone di Enricuzzu :-) puoi scrivere anche sul mio, ne sarei onorato.

Neil

Tiziana ha detto...

Grazie a tutti per i complimenti, sopratutto a Claudio che quando ho mosso i miei primi passi sulla Lanterna, ha avuto la pazienza di sopportare il mio essere totalmente imbranata (ricordi le mie prime partecipazioni al concorso) e mi ha fatto sentire subito parte della famiglia. ;-)

Supergiuppy ha detto...

Cara Tiziana complimenti per il pezzo. Ora capisco da chi ha imparato quel disgraziato di Enricuzzu ;-)

A parte lo scherzo, quando ti ho conosciuto di persona (al Bar Matranga) vicino lo Stadio ho avuto subito l'impressione che tu fossi una ragazza molto timida.
Ma la timidezza non ti ha impedito di continuare ad essere sempre più partecipe nella comunità virtuali di tifosi in particolare sulla Lanterna rosanero, comunità che più delle altre ti ha adottato.
Ti ringrazio anche per ciò che scrivi riguardo a fusirosanero.
Mi riempe di orgoglio.
Peppe